giovedì 11 maggio 2017

L'inizio

La mia storia con Maiorca è cominciata con un viaggio per scrollarmi di dosso un freddo, buio, lungo inverno in terra scandinava. Non fu un colpo di fulmine ma un amore cresciuto piano piano di cui ancora oggi, ad essere sincera, in alcuni momenti ho dei dubbi.

Prima di trasferirmi in Svezia io ero una che odiava il caldo, lo so, odiare è una parola forte ma io l'odiavo! Odiavo, o almeno credevo di odiare anche il mare, l'acqua salata, la sabbia, la folla, i bagnanti e tutto quello che c'era intorno, ombrelloni, creme solari, racchettoni, gavettoni. Io sceglievo la montagna ed era lì che una volta grande mi sarei trasferita! Poi sono arrivata in Svezia e i miei punti di vista sono cambiati.

La Svezia mi piaceva, e in qualche modo mi piace ancora ma è fredda e grigia, per la gran parte dell'anno. Me ne sono accorta abbastanza presto ma per molti anni non mi ha dato più di tanto fastidio, almeno così credevo, impegnata come ero a costruirmi una vita e un futuro nel mio nuovo Paese. C'erano i boschi, c'era il freddo, c'era il rispetto per la natura, per l'uomo, la parità dei sessi, ottenevi un lavoro per meriti e non raccomandazioni, lo stipendio era alto e proporzionato alle responsabilità e se un lavoro lo facevi bene ti prendevi tu i meriti, non il tuo capo, non il professore. Mica male! Poi con il passare degli anni ho cominciato a capire il prezzo di tutto questo. Ve l'ho già scritto più volte Nel sud del nord, lo sapete da soli, la perfezione non esiste, neanche quassù!

Vi dico, con il 2017 ho cominciato il mio 16esimo anno in Svezia. Ho già vissuto per 15 anni in Svezia! Ho ricercato tra le foto nel computer e le più vecchie che ho trovato riguardo i miei viaggi a Maiorca sono del 2005.

A Maiorca nel 2006
A Maiorca nel 2006
All'epoca cavalcavo una Pinarello*. Però voglio ricordare che io a Maiorca ci sono stata anche con la mia fiammante gialla Giant*, che avevo prima della Pinarello, per cui un viaggio prima del 2005 devo avercelo fatto. Sarà che forse ancora non avevo la macchina fotografica digitale.

A Maiorca nel 2005
A Maiorca nel 2005
Un viaggio ha portato ad un altro fino a quando un po' di anni fa abbiamo pensato che Maiorca sarebbe potuto essere il posto giusto dove spostarsi a vivere. Terra neutra :-), nessuno di noi è di lì. C'è il mare, che ho imparato ad amare :-), la montagna, la pianura, una città grande, Palma. L'isola è abbastanza "piccola" per poterla girare tutta in bici e abbastanza grande per andarci in giro anche in macchina. Ha più di 300 giorni di sole l'anno, l'estate non dovrebbe mai essere troppo calda e l'inverno non dovrebbe mai essere troppo freddo. È in Europa e c'è l'euro. Sarebbe potuto essere il posto giusto! :-).

*marche di biciclette :-)

6 commenti:

  1. Un bel cambiamento... niente mezze misure! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  2. Evviva! Ci siete riusciti!!! (-:
    Il freddo, e quello che vi mette tristezza in Svezia vi farà desiderare Mallorca!
    Poi, visto che potrete tornarci quando vi andrà... vi farà pesare meno il ritorno in Svezia!
    Auguri!
    Che tutto vada al meglio! (-: Ili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cercherò di farla andare nel migliore dei modi possibili :-)!

      Elimina
  3. Mi riaffaccio dalle tue parti dopo tantissimo tempo e guarda un po' cosa mi tocca scoprire! :)
    In bocca al lupo! Un bel cambiamento e un bel po' di coraggio, non c'è che dire !
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola! Sì di cose ne sono successe in questo periodo, speriamo ora in avanti siano solo belle!

      Elimina